Il sole di Sicilia splende su Domenico Scola

DSC_5934

Il cocente sole siciliano ha scaldato lo start del CIVM 2015 con la giornata di prove della 57° Monte Erice.

Partite puntuali come da programma alle 10:30, si sono svolte oggi le prove cronometrate della prima tappa del CIVM, con Domenico Scola e la sua Osella PA2000 Honda di classe E2B 2000 a far subito la voce grossa, facendo registrare il miglior tempo nella seconda salita. A fine giornata, Scola è saldamente al comando della classifica assoluta con il tempo di 3.03.71, precedendo l’idolo locale, il trapanese Giuseppe Castiglione, che al volante della sua Formula Master di classe E2M 2000 è giunto a soli 1.67 secondi dal giovane driver calabrese, piazzandosi comunque primo assoluto nella prima manche. Terzo classificato un’altro pilota siciliano, Domenico Cubeda, anche lui su Osella PA2000 Honda, a 3.23 secondi di ritardo dalla prima posizione.

Chiude la top five la famiglia Conticelli, con il papà Vincenzo su Osella PA30 Zytek davanti al figlio Francesco al volante dell’Osella PA2000 Honda, staccati tra loro da appena 51 centesimi di secondo.

Giornata sfortunata per l’atteso debutto del trentino Christian Merli, fermo sul percorso nella seconda salita per noie di gioventù della sua Osella FA30 Evo RPE, dopo aver fatto registrare il sesto tempo assoluto nella prima salita.

Miglior tempo tra le Sport CN per il pentacampione Omar Magliona al volante della sua ormai collaudata Osella PA21s Evo Honda. Il sardo volante ha preceduto di 4.10 secondi il siciliano Giuseppe Corona, anche lui su di un prototipo della casa di Atella, e di 12.55 sec. il calabrese Luca Ligato, al debutto in salita su di una vettura prototipo.

Tra le monoposto di gruppo E2M, alle spalle del trapanese Castiglione, si è classificato staccato di 8.39 sec con il solo tempo della prima salita, il pilota dell’Osella ufficiale Merli. A 8.84 sec. il giovane Paride Macario, sempre più a suo agio sulla Lola Zytek.

In E1 Italia miglior tempo in scioltezza per il bolognese Fulvio Giuliani al volante della fida Lancia Delta Proto. Alle sue spalle il siciliano Bartolomeno Mistretta su Peugeot 207 S2000 staccato di 6.78 sec, mentre chiude terzo, al volante della sua piccola bomba francese, la Peugeot 106 1.6, il calabrese Domenico Chirico staccato di 9.28 secondi dalla “deltona”.

In E2S prova di forza del teramano Marco Gramenzi al volante della Alfa 155 ITC davanti alla Lancia Delta S4 del foggiano Lucio Peruggini distanziato di 8.05 e la Renault Megane Trophy di Enrico Bettera.

Tra le Gran Turismo grande prestazione e miglior tempo del pugliese Franco Leogrande al volante della Porsche 996 di classe GT3. Il portacolori della Fasano Corse ha preceduto il pilota della Ferrari 458 Challenge Evo di classe GT Cup Roberto Ragazzi di appena 0.06 secondi. Terzo posto per Rosario Parrino al volante della Porsche 997 GT3 staccato di 9.69

Il Siciliano Salvo D’Amico, al volante della sua Renault Clio RS, si è imposto in Gr. A staccando Serafino Ghizzoni su Honda Civic Type R di 6.48 e Gianvito Coppola su Peugeot 106 1.6 di 9.86.

In Gr. N duello tra Mitsubishi Lancer Evo con Antonino Migliuolo, Giovanni Del Prete e Mauro Cacioppo staccati rispettivamente di 1.70 e 4.46 secondi.

Tra le vetture di stretta derivazione di serie, in RS Turbo prima posizione per l’alfiere della Fasano Corse Oronzo Montanaro al volante della sua Mini Cooper S. Stessa vettura per Nicola Novaglio, secondo a 1.97. Male il campione in carica Ivan Pezzolla, non a suo agio con la Peugeot 207 RC, che si è dovuto accontentare del terzo posto staccato di 11.69.

Tra le vetture aspirate primi tre posti per tre Renault Clio RS, rispettivamente guidate dal campione italiano in carica Antonio Scappa, il pugliese Gianni Angelini e l’abruzzese Roberto Chiavaroli, staccati di 4.08 e 6.86 sec.

Nel nuovo gruppo Racing Start Plus, ottima prova per il pescarese Giuliano Pirocco al volante della Renault Clio di classe RS4 Plus che ha fermato il cronometro sul tempo di 3.51.72. A 47 centesimi di secondo si è classificato il pugliese della Fasano Corse Giacomo Liuzzi, al volante della Mini Cooper S di classe RSTB2 Plus.

Nella nuova categoria Le Bicilindriche, miglior tempo di Andrea Currenti, davanti al giovane Daniele Portale su Fiat 126 e Domenico Morabito (entrambi su Fiat 500), rispettivamente a 5.85 e 8.13 sec.

Domani partenza alle ora 9 con Gara 1.