La Scuderia Apulia Corse fa incetta di podi alla 7° Morano Campotenese

DSC_4242

La Scuderia Apulia Corse rientra dalla trasferta calabra della 7° Cronoscalata Morano Campotenese con 14 podi ottenuti dai 21 driver iscritti.
Debutto positivo per la prima vettura del gruppo Le Bicilindriche di classe GR 1,5, la Fiat 126 di Francesco Colabello, che ha disputato una arrembante Gara 1, ma che in allineamento di Gara2, il suo gioiello a due cilindri ha sofferto per un problema di gioventù alla sospensione, negando al simpatico driver la seconda salita, mentre Nicola Annese (Fiat 126 Gr 2/700) dopo aver conquistato il secondo miglior crono in Gara1, ha dovuto arrendersi in Gara 2 ad un problema alla pompa della benzina che lo ha lasciato fermo sul percorso.

In Racing Start, positivo il podio di classe 1.4 del rientrante Doriano Sarcinella (Peugeot 106 RS1.4), mentre tra le RS1.6 Riccardo Martelli (Peugeot 106) ha conquistato un convincente secondo posto di classe contro rivali di altissimo spessore, con Carlo Macini (Citroen Saxò) nuovamente al palo per un problema tecnico alla sua francesina tutto pepe. Ha confermato il suo stato di forma il giovane Francesco Perillo (Renault Clio

RS2.0) secondo tra le Aspirate, con distacchi minimi rispetto al suo più diretto avversario per la lotta al titolo italiano. Tra le turbo di classe RSTB 1.6, ha conquistato il terzo gradino del podio, al debutto in una gara in salita Vanni Tagliente (Mini Cooper S JCW), avvalorando la tesi che “buon sangue non mente”!

Tra le Produzione S Giuseppe Lacirignola (Peugeot 205 1.4) ha agguantato il terzo posto tra le 1.4cc, mentre nella classifica assoluta di gruppo, il podio è stato monopolizzato dai colori del team apulo, con Martino Sisto (Renault Clio Williams) netto dominatore, Vito Livrano (Renault Clio Williams) ottimo secondo e Riccardo Sannolla (Renault R5 GT) a completare il podio.
In gruppo N, tra le Peugeot 106 di classe 1.4, sbalorditivo il primo posto al debutto su di una cronoscalata per il portacolori Apulia Gino Palmisano, che dopo la prima salita di prova un po’ più cauta, ha imposto il suo ritmo impossessandosi del primato e non lasciandolo più. Buone le prestazioni degli altri driver Apulia in N1.4: Giuseppe Martelli quinto, Tony Scarpetta ottavo e Angelo Schiavone decimo.

In Produzione Evo ha ottenuto la vittoria in solitaria di classe +3000 la Ford Sierra CSW Saverio Caporaso.

In gruppo E1-Italia, si è piazzato al secondo gradino del podio Vito Rosato su Peugeot 106 in classe 1.4, mentre Vito Tagliente ha ottenuto il secondo posto di classe 2.0 al rientro sulla Honda Civic Type R, che gli è valso anche il terzo posto assoluto di Gruppo. Tra le Turbo, è stato netto il dominio del presidentissimo Vito Micoli, primo di classe 1.6T e secondo assoluto di Gruppo, con alle spalle Angelo Cardone, secondo tra le 1.6T e con il giovane Lorenzo Mansueto che termina il week end in crescendo conquistando un soddisfacente 5° di classe.

La Scuderia Apulia ora inizia a prepararsi per la trasferta del 24 e 25 giugno ad Ascoli per la prossima tappa del CIVM, che avrà validità FIA – IHCC, la Coppa Paolino Teodori

Ufficio Stampa Apulia Corse