Ivan Pezzolla su Osella Pa21 JrB BMW da record nella gara di casa

20228980_10155542335634931_157491812299739861_n

Pezzolla precede nella speciale classifica del Trofeo per appena 1,36 secondi il siciliano Caruso.

Sui 5.600 metri del veloce tracciato pugliese è andata in scena la settima tappa del 2° Trofeo ProtoBike G-Energy, con duelli sul filo dei centesimi e una gran qualità di vetture e piloti iscritti.

Nella 60° Coppa Selva di Fasano ad imporsi nel trofeo riservato ai prototipi e le monoposto con propulsore di derivazione moto, è stato il veloce driver di casa, Ivan Pezzolla, al volante della Osella Pa21 JrB BMW 1000 del Team Puglia, con due manche fotocopia (2’19”13 e 2’19”18) che gli hanno consentito di aggiudicarsi per appena 1.36 secondi la vittoria ai danni del veloce catanese Luca Caruso, su Radical SR4 Evo2 di classe 1.6 dell’Autosport Sorrento, che ha migliorato costantemente nell’arco del week end, migliorando il suo personale di quasi 3 secondi rispetto alla passata edizione.

DSC_3720

Ci tenevo tantissimo a far bene qui sulla strada di casa – ha dichiarato Pezzolla – anche perché ho letteralmente corso tra due ali di pubblico e di amici che mi hanno incoraggiato e dato una marcia in più per riuscire, almeno in gara 2, nell’impresa di essere davanti ai 2000! Il sesto posto assoluto e il primo nel Trofeo ProtoBike mi riempie di orgoglio, e lo dedico al Team e all’ing. Osella che hanno lavorato molto per consentirmi di avere una vettura al top.”

Al terzo posto una new entry del Trofeo, il pugliese Aldo Romano al debutto su una Radical SR4 di classe 1.6, seguito dall’Osella PA21 JrB 1000 guidata da Leo Baccaro, anche lui al debutto sulla nuova barchetta torinese. A seguire Giuseppe Rubino su Elia Avrio ST09 1000 e Andrea Pace su Radical Prosport 1000, che con questi piazzamenti si stabilizzano rispettivamente al terzo e secondo posto in classifica generale, alle spalle di Pezzolla, sempre più lanciato verso la vittoria.

Al settimo posto la prima delle monoposto, il driver Fasano Corse Gianni Angelini, sempre al volante della Formula Gloria B5 1000, seguito dalla Radical SR4 1.6 di Cataldo Esposito e dalla Gloria CP8 1.6 dell’ascolano Daniele Vellei. Ha conquistato l’ultimo punto a disposizione il fasanese Zino Loprete, al debutto su di una Elia Avrio ST09 1.4. Gara sfortunata per il rientrante driver Pasquale Baccaro. Il pilota della rinata scuderia Play Racing, dopo due ottime manche di prova ha urtato la sua Osella Pa21 JrB 1000, nell’ultima curva di Gara 1, abbandonando ogni speranza di ben figurare.

Prossima tappa del Trofeo ProtoBike G-Energy il 28,29 e 30 luglio a Malegno per il Trofeo Vallecamonica.

class7