LA FASANO DEL MOTORSPORT SI INCONTRA PER FESTEGGIARE LA SUA CORSA.

70pres

Prima che l’ assemblea costituente si riunisse per scrivere la costituzione e subito dopo, la deposizione delle armi della grande guerra, da Fasano, partiva già la prima auto da corsa, diretta verso l’ arrivo della Selva.

Sembra passata davvero un’eternità, ma sono “solo“ 70 anni, trascorsi da quel 15  settembre del 1946.

Con l’ inizio di questa gara, Fasano, scrisse la sua “carta costituzionale“, fondata sul motorismo, da allora, la nostra città, è sinonimo di motorsport.

Anche la lunga pausa dal 1966 al 1975, non scalfì la grande voglia di corse del popolo fasanese e, ancor prima che James Hunt, vincesse il suo unico mondiale di F1, i motori, erano ritornati ad interrompere la tranquillità delle colline silvane.

Una donna faceva parte della costituente della Coppa Selva di Fasano, “donna” Maria Chieco Bianchi, e una donna è ora a capo del team organizzativo della Coppa Selva di Fasano, del lontano futuro che si fa presente, Laura De Mola.

Ora, però, è tempo di festeggiare i settant’anni di vita della corsa, compiuti da qualche mese, ma anche la prossima edizione del 16 luglio 2017 che decreterà il sessantesimo vincitore assoluto di questa storica corsa.

La dinamica Laura De Mola quindi, ha chiamato a raccolta i suoi collaboratori e tutti coloro che in qualche modo, fanno parte di questo mondo sportivo, legato alla corsa: dai piloti, agli ufficiali di gara, dai giornalisti ai semplici appassionati, tutti raccolti in una saletta dei laboratori urbani di Fasano, la sera del 17 dicembre.

All’ ordine del giorno, le iniziative volte a festeggiare al meglio questo duplice, importante compleanno.

A tutto ciò, si aggiunga la partecipazione di alcune associazioni sportive locali che daranno vita, nei mesi prossimi, a manifestazioni di contorno in onore della corsa.

Approfittando di questo importante traguardo della Fasano Selva, è nostro obbiettivo primario, dare più notorietà a questo sport, pur sempre di nicchia – così inizia ad argomentare, il presidente della scuderia Egnathia Corse – abbiamo messo a punto una serie di manifestazioni, per festeggiare al meglio, i settant’anni di vita della corse e la sessantesima edizione che si andrà a disputare l’anno prossimo“.

Dalla ormai famosa Fasanopolis, gara kart su circuito cittadino, a cui partecipano campioni affermati dell’automobilismo, in programma il 7 gennaio, fino ad altre manifestazioni quali: una gara podistica (26 dicembre); una manifestazione volta a raccontare la storia dell’ automobilismo a Fasano (12 marzo); borse di studio, una per ogni ordine di istruzione; mostre fotografiche sull’automobilismo; una gara di mountain bike (21 maggio).

Nella settimana della corsa, sono in programma: il 7 luglio, una gara motociclistica di enduro indoor ,su percorso artificiale, ricavato su un piazzale alla Selva, mentre il 13 luglio, ormai a ridosso della corsa nella balneare Savelletri, si  terrà, l’ esibizione del campione pugliese Ciccio White nella specialità del freestyle motociclistico. Spettacoli, ancora in via di definizione, animeranno, la settima clou, quella della corsa.

Dopo l’ uscita del primo libro che raccoglie tutte le prime 50 edizioni della Fasano selva (50 volte Fasano Selva), il suo autore Zino Mastro, si prepara a pubblicare un secondo volume che include le ultime 10 edizione.

Quando i familiari di don Luigi Amati, mi autorizzarono a visionare la vecchia documentazione della corsa, per me che scrivo, equivaleva ad aver trovato un tesoro – ci racconta l’ autore del libro, Zino Mastro – grazie a questi documenti, lo spessore del libro lievitò, dalle iniziali 80 pagine preventivate, alle oltre 300 finali, ma vi assicuro che ci siamo fermati per varie ragioni, tra cui, quella economica, altrimenti, ci sarebbe stato da scrivere ancora. Quindi, questa seconda pubblicazione, oltre a raccontare le ultime dieci edizioni, non ancora contemplate dalla prima, sarà il pretesto per pubblicare altre storie e documenti inediti che non devono assolutamente essere persi dalla memoria collettiva degli appassionati, ma anche di tutti i fasanesi.

Chiuderà gli eventi, lo slalom automobilistico che ha come percorso, una parte di quello utilizzato dalla gara in salita, la data, è stata fissata per il 3 settembre, organizzata dalla Fasano Corse.

Novità assolute della prossima edizione è l’istituzione di una lotteria legata alla corsa,  con l’estrazione finale che si terrà il 16 luglio durante la premiazione della cronoscalata.

Altra novità, riguarda la messa in circolazione, da parte di poste italiane, di francobolli celebrativi dell’ evento, insomma, due anniversari da ricordare sia dal punto di vista sportivo che civico, per tutto quello che ha rappresentato e rappresenta questa gara per molta gente, partendo da Fasano fino ad arrivare a tutto il mondo, grazie alla globalizzazione, promossa da internet.

Intanto, in una piccola sala convegni di Fasano, in una sera di dicembre, uomini e donne, molti dei quali, hanno vissuto i loro anni con la corse sempre presente nella loro vita, tutti grati a quel gruppo di uomini che dopo aver udito gli spari e i rombi dei cacciabombardieri da guerra, vollero subito dimenticarli, sostituendoli con i rombi dei motori da corsa, nella loro bellissima terra, creando una delle più antiche cronoscalate d’Italia. Da allora e per settant’anni, tutti i più grandi campioni della specialità, e un piccolo esercito di gentleman fasanesi e non, hanno visto passare velocemente, davanti a se: la Cazzodda, Matarano, Cesaretta, Madonnina, Vernesina, Umido, Canale, Juppa, Juppetta e l’ arrivo di via Toledo.

Buon compleanno Fasano Selva!!!!!

 

Vittorio Zigrino