10 domande a… Intervista ai Campioni italiani della Montagna 2017 – Angelo Loconte

10 domande a

In attesa che si riaccenda il semaforo verde per la stagione 2018 delle cronoscalate, abbiamo posto dieci domande ai Campioni della Montagna 2017. Dieci domande per permettere di raccontarsi e raccontarci la loro entusiasmante stagione di gare, i loro sogni, rimpianti e progetti futuri.

In questa rubrica abbiamo posto le domande a: Rachele Somaschini (Coppa Dame), Angelo Mercuri (Le Bicilindriche), Angelo Loconte (RS), Antonio Scappa (RSTB), Ciccio Savoia (RS Plus), O Play (Gr.N), Salvo D’Amico (Gr.A), Lucio Peruggini (Gr.GT), Marco Sbrollini (Gr.E1-Italia), Manuel Dondi (Gr.E2-SH), Luca Ligato (Gr.CN), Omar Magliona (Gr.E2-SC) e Domenico Scola (Assoluto e Gr.E2-SS).

Queste le domande poste da Salitastiledivita.it ai top driver 2017:

1) Qual è stata la gara che più ti ha soddisfatto nella stagione 2017

2) Quale la gara che ti ha fatto più tribolare, sempre riferito al 2017

3) Indicaci chi è l’avversario che più ti ha messo in difficoltà, un suo pregio e un suo difetto

4) Quando hai capito che avresti vinto il titolo italiano

5) Hai dato un nomignolo alla tua macchina?

6) Il tracciato preferito del CIVM 2017?

7) Quali sono i tuoi progetti per la stagione 2018

8) A chi dedichi il successo del 2017

9) Se potessi tornare in dietro nel tempo cosa cambieresti della tua carriera?

10) Sportivamente parlando, qual è il tuo sogno nel cassetto

Dirigente della Polizia di Stato presso la Questura di Brindisi, Angelo “The Doctor” Loconte, portacolori Eptamotorsport, al debutto sulla giapponese Honda Civic Type R, ha conquistato il titolo italiano Racing Start Aspirato dopo uno spettacolare duello durato tutta la stagione con il giovane Francesco Perillo, suo corregionale.

Queste le sue 10 risposte:

1) Sicuramente Pedavena. Quando hai alle spalle il cappottamento della vettura con cui speri di vincere nella stagione successiva, e l’incidente ti accade proprio nella gara con cui stai esordendo, allora ti metti in testa che devi reagire. Tornare nel 2017 a Pedavena e vincere, battere il record del tracciato, proprio con quella stessa macchina, ha avuto un gusto particolare: portare a compimento quel progetto di rivalsa.

2) Ad Ascoli ho sofferto tantissimo: sono partito nella seconda manche con la convinzione di vincere, ma la macchina, dopo poche centinaia di metri non andava: mancato pescaggio di carburante. Giungere al traguardo sapendo di non avere nessuna possibilità di essere competitivo è stato frustrante.


3) Ciccio Perillo, senza alcun dubbio. Aveva tutto per vincere il campionato: una vettura al top, più anni di esperienza nella categoria, uno staff di livello, l’affetto degli amici e meno della metà dei miei anni. Praticamente una impresa titanica batterlo. Ed infatti alla mia vittoria molto hanno contribuito i problemi cui è incorso nella stagione, da quelli meccanici a quelli tecnici. Quando questi problemi non ci sono stati, non ce n’era per nessuno. Il suo pregio, essere convinto di essere un ottimo pilota. Il suo difetto, non aver creduto fino in fondo che il campionato è perso solo quando la matematica ti condanna.

4) Quando tutto sembrava perso, ad Ascoli. Ho parlato con Gianni Cozza, il mio preparatore, l’ho sentito amareggiato. Allora mi sono detto: Gianni deve tornare a sorridere e lotterò sino in fondo. Quando ci si crede, al 99% si vince.

5) No, non ci ho mai pensato.

6) La cronoscalata trapanese Monte Erice.

7) Correre il CIVM in N 2000 e vincere tutte le gare. Ovviamente questo è il progetto che accomuna tutti noi, poi ci si scontra con la realtà. Occorre cercare di avvicinare il più possibile i nostri desideri ai risultati. Guai partire battuti. Dico sempre che si “vince per correre”.

 

8) A mia moglie, che spera quotidianamente che questa mia passione si attenui, ma che, di contro, mi infonde una fiducia straordinaria.

9) Il giorno di inizio delle competizioni. Avrei dovuto iniziare a correre, ancor prima di togliere le rotelle alla bicicletta.

10) Voltarmi indietro e scoprire di dover ancora partire.

 

La rubrica “10 domande a… Intervista ai Campioni italiani della Montagna 2017” vi da appuntamento a lunedì 5 marzo con il vincitore del Gr. N Antonino “O Play” Migliuolo.