Otakar “giallo fluo” Kramsky

kramsky ’96

Alcuni piloti si distinguono per lo stile di guida, altri per comportamenti fuori dall’ordinario ed altri ancora associano la loro carriera ad un colore, che li accompagnerà per sempre.

Indimenticabili le sue prestazioni con la M3, così bella quanto potente. Quando toccava a lui, il pubblico non aveva bisogno dell’elenco iscritti, “Questo è Kramsky”, dicevano. E credetemi, si contano sulla punta delle dita i driver riconoscibili ad orecchio.

Sempre schivo, a volte un po’ scorbutico, ma quando indossava il casco diventava una belva da combattimento!! I passaggi successivi alla pa20 da lui modificata ed alla Reynard sono stati la naturale conseguenza sportiva ed emotiva di un pilota che ha sempre tentato di lottare per qualcosa di importante. Ma quello che ha fatto con la M3 resta scolpito nella storia delle cronoscalate europee!

#Leggenda

#CiaoOtakar

 

kramsky296